This publication is available only in Italian

Pre-Borsa

Published on 07.22.2016 08:51
Wall Street and Asia
Company Var% Comment
Advanced Micro Devices Inc. -3.64
Il secondo produttore mondiale di microprocessori per PC ha riportato la prima crescita nel fatturato da due anni a questa parte, e prevede di fare altrettanto alla conclusione del trimeste in corso. L'utile netto del secondo trimestre è stato di 69 milioni, o 8 centesimi per azione, contro una perdita di 181 milioni un anno fa, con ricavi in crescita del 9 % . Gli analisti avevano previsto una perdita netta di 10 centesimi per azione. Nel terzo trimestre i profitti dovrebbero salire del 18%, prevede l'azienda di Sunnyvale.
AT&T Inc. -0.45
Le vendite del secondo trimestre del primo operatore telefonnico degli States sono scese a 40.5 miliardi di dollari, più delle attese, a causa della perdita di 49 mila abbonati per i servizi di video, sempre più orientati verso alternative on-line più economiche.
Biogen Inc. 7.1
Dopo l'annuncio di una trimestrale migliore delle attese a 5.21 dollari per azione (erano attesi 4.69 dollari), il CEO George Scagnos ha comunicato che lascerà l'azienda "nei prossimi mesi".
Blackstone Group LP 3.69
Il più grande gestore al mondo di fondi alternativi, ha annunciato che nel secondo trimestre gli utili sono cresciuti del 2% grazie ai maggiori introiti da operazioni immobiliari. L'utile netto si è attestato a 520 milioni di dollari, pari a 44 centesimi per azione; gli analisti si aspettavano un utile di 39 centesimi.
DR Horton Inc. -0.35
Il maggior costruttore residenzale degli Stati Uniti, ha registrato un aumento degli utili del terzo trimestre fiscale grazie alla buona domanda di abitazioni di nuova costruzione creatasi dall'offerta limitato di immobili esistenti. L'utile netto è salito a 249.8 milioni di dollari, o 66 centesimi per azione, dai 221 milioni dell'anno scorso; gli analisti stimavano in media utili pari a 65 centesimi.
General Motors Co 1.69
Il primo produttore automobilistico degli States ha chiuso il secondo trimestre con profitti record 2.9 miliardi di dollari, battendo le stime degli analisti grazie alla crescita delle vendite di camion America del Nord e al profitto, seppur modesto, della controllata europea. L'utile per azione é balzato dell'86% a 1.86 dollari, contro gli 1.52, su un giro d'affari di 42.4 miliardi, attesi 39 miliardi. GM ha alzato le sue stime per l'anno a 5.50 - 6 dollari ad azione.
PulteGroup Inc. 5.07
Il costruttore immobiliare ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto in rialzo del 14% a 117.8 milioni di dollari, pari a 37 centesimi per azione una volta rettificati dai costi non ricorrenti. Le cifre hanno superato le aspettative di Wall Street per 4 centesimi. Nel periodo il fatturato è balzato del 41% a 1.8 miliardi.
Starbucks Corp 0.1
Il rallentamento della crescita della domanda negli Stati Uniti ha colpito le vendite della più grande catena di caffetterie al mondo nel corso del terzo trimestre fiscale, deludendo le aspettative. La crescita è stata del 7.3% a 5.24 miliardi di dollari, contro una stima media a 5.34 miliardi.
Travelers Cos. -0.25
Nel secondo trimestre i profitti della compagnia assicuratrice sono calati del 18% al livello più basso dal 2012 a causa dell'aumento dei costi legati alle indennità da calamità naturali mentre sono scesi i proventi degli investimenti. L'utile netto è sceso a 664 milioni di dollari, o 2.24 per azione, per un utile operativo di 2.20 per azione, battendo i 2.04 attesi dal mercato.
Union Pacific Corp -3.51
La più grande società di trasporto ferroviario della costa occidentale ha registrato nel secondo trimeste profitti pari a 979, per un utile netto di 1.17 per azione, in linea con le attese di mercato. Il fatturato si è attestato a 4.77 miliardi.
Visa Inc. -0.72
Il leader mondiale delle carte di credito ha registrato nel terzo trimestre fiscale un utile superiore alle stime degli analisti grazie alla crescita della spesa per singola carta. L'utile netto è sceso del 76% a 412 milioni, o 17 centesimi per azione, dai precedenti 1.7 miliardi. L'utile rettificato dei costi relativi all'acquisto di Visa Europe, è stato di 69 centesimi, contro i 67 centesimi attesi. L'azienda ha annunciato un piano di riacquisto di dazione proprie del valore complessivo di 5 miliardi.
Nikkei 225 -1.09
L'indice della Borsa di Tokyo ha chiuso in calo ripiegando dai massimi delle ultime sei settimane raggiunti ieri sull'onda di rinnovate incertezze sull'entità delle prossime manovre di stimolo monetario e fiscale e in presenza di un rafforzamento dello yen. La divisa nipponica aveva cominciato a rafforzarsi ieri pomeriggio dopo che il governatore della banca centrale Kuroda aveva escluso il ricorso al cosiddetto “helicopter money”, ovvero a un finanziamento diretto di ulteriore spesa pubblica da parte della Banca del Giappone.
European Morning News
Company Comment
Syngenta AG
Il produttore svizzero di diserbanti prossimo all'acquisizione da parte di China National Chemical Corp. per 43 miliardi di dollari, ha detto che i colloqui con le autorità di regolamentazione per ottenere l'approvazione per l'affare sono stati costruttivi e si dice fiduciosa che la transazione può essere chiusa in tempo. Nel frattempo l'Ebitda è stato 1.77 miliardi di euro, inferiore agli 1.91 attesi.
Vodafone Group Plc
L'operatore telefonico britannico guidato dall'italiano Vittorio Colao ha comunicato che i ricavi del primo trimestre sono stati superiori alle attese grazie al graduale miglioramento nelle attività europee di telefonia mobile e alla crescita nei mercati in via di sviluppo. I ricavi da servizi sono cresciuti del 2.2%, gli analisti prevedevano una crescita del 1.8%.
Comment

Mercati statunitensi in calo ieri sera con gli investitori che hanno colto le deludenti trimestrali di alcune big come Intel Corp. e Southwest Airlines Co. per mettere in dubbio se gli utili societari saranno abbastanza elevati per sostenere i titoli azionari ai massimi di tutti i tempi. Al suono della campana il Dow Jones Industrial guida i ribassi con un calo dello 0.42%, seguito dall’S&P 500 sceso dello 0.36% ed infine dal Nasdaq Composite scivolato dello 0.31%. Le speculazioni che la Federal Reserve possa rimandare l’atteso incremento dei tassi d'interesse ed i segnali di tenuta dell’economia statunitense continuano comunque a sostenere i corsi azionari.

Sulla scia delle chiusure di Wall Street, l’Europa dovrebbe iniziare la giornata con il segno meno.


Contact
Sales Desk Securities
Tel.  + 41 91 800 42 32
advisory.desk@corner.ch