This publication is available only in Italian

Pre-Borsa

Published on 10.30.2014 08:43
Wall Street and Asia
Company Var% Comment
Electronics Arts Inc. 3.82
La software house produttrice di famosi giochi come la serie FIFA e Need for Speed, ha chiuso il secondo trimestre fiscale con vendite e profitti superiori alle attese grazie al boom delle vendite di giochi per apparecchi mobili. I profitti sono cresciuti a 73 centesimi per azione, contro i 53 centesimi attesi, mentre i ricavi sono balzati del 17% a 1.22 miliardi di dollari.
Fiat Chrysler Automotives NV 11.63
La casa automobilistica italo-statunitense ha annunciato, in occasione della presentazione della trimestrale, lo scorporo della controllata Ferrari quotando a New York il 10% della società mentre il restante 90% verrà distribuito agli azionisti. Per quanto riguarda le cifre, i profitti sono cresciuti del 7.4% a 926 milioni di dollari, al di sotto delle attese, e la società ha confermato l'obbiettivo di utili ante tasse ed interessi compresi tra i 3.5 ed i 4 miliardi di dollari.
MetLife Inc. 0.33
Il primo assicuratore vita degli USA ha comunicato che nel terzo trimestre i profitti netti sono più che raddoppiati a 2.09 miliardi di dollari, dai precedenti 972 milioni, grazie alla crescita del giro d'affari registrata negli Stati Uniti e dal ritorno sugli investimenti. L'utile operativo si é attestato a 1.60 dollari ad azione, 22 centesimi al di sopra delle attese degli analisti.
Phillips 66 -1.47
Nel terzo trimestre il primo raffinatore di petrolio degli Stati Uniti ha registrato un balzo degli utili grazie al calo del prezzo del petrolio che ha permesso ad i raffinatori di incrementare i margini operativi. L'utile netto si è attestato a 1.18 miliardi di dollari, o 2.02 dollari ad azione, contro gli 1.75 dollari attesi.
U.S. Steel Corp. 5.06
Il secondo produttore statunitense di acciaio ha comunicato che nel terzo trimestre sia i ricavi che i profitti sono stati superiori alle attese grazie alla forte domanda di lamierati. Le vendite sono cresciute a 4.59 miliardi di dollari, contro i 4.54 attesi, mentre i profitti per azione si sono attestati a 2.16 dollari ad azione, quasi il doppio delle stime degli analisti.
Visa Inc. -0.95
Nel quarto trimestre fiscale il primo circuito di carte di credito al mondo ha registrato una crescita dell'8.6% dei ricavi a 3.23 miliardi di dollari, grazie dall'aumento del volume di spesa dei titolari al di fuori degli States. L'utile si è attestato a 2.18 dollari ad azione, 8 centesimi oltre le aspettative.
Nikkei 225 0.67
La borsa di Tokyo ha chiuso la sessione in crescita grazie al rafforzamento del dollaro nei confronti dello yen, dopo che la Federal Reserve ha annunciato la fine del Quantitative Easing a sostegno dell'economia americana.
European Morning News
Company Comment
Alcatel-Lucent SA
Le cifre del terzo trimestre hanno deluso gli analisti con una perdita netta di 9 milioni, in deciso calo dai 186 milioni di perdita dello scorso anno, ma ben al di sotto dei 54 milioni di profitto attesi. Le vendite sono calate del 5.9% a 3.25 miliardi.
Barclays Plc
La seconda banca del Regno Unito a sorpresa ha registrato un balzo nei profitti a 1.59 miliardi di sterline, contro gli 1.1 attesi, dopo aver accantonato 500 milioni per contenziosi e costi legali.
Bayer AG
Dopo aver registrato nel terzo trimestre una crescita dell'1.4% dell'EBITDA a 2 miliardi di euro, battendo le stime degli analisti, con vendite in salita del 5.6% a 10.18 miliardi, la casa di Leverkusen ha alzato le proprie stime sugli utili dell'intero 2014.
Deutsche Lufthansa AG
La seconda maggiore compagnia aerea europea ha tagliato le proprie stime per l'utile operativo dell'anno a causa del rallentamento economico in Europa .
Geberit AG
Il produttore di articoli sanitari ha chiuso il terzo trimestre con vendite in crescita del 5.1% a 613 milioni di franchi ed un utile in crescita del 10.6% a 141 milioni. Entrambe le cifre hanno superato le attese del mercato.
Renault SA
Il terzo produttore automobilistico europeo ha annuciato che nel terzo trimestre il giro d'affari è cresciuto del 6.7% 8.53 miliardi di euro spinto dalla domanda per i modelli del marchio Dacia. Gli analisti stimavano ricavi pari a 8.19 miliardi.
Technip SA
Il calo del prezzo del petrolio è stata la causa principale, secondo il produttore francese di attrezzature per il comparto petrolifero, del 12% di calo nei profitti, scesi a 132 milioni di euro
Comment

La Fed ha lasciato invariato il costo del denaro. I tassi di interesse restano in una forchetta fra lo zero e lo 0,25%, livello al quale sono dal 16 dicembre 2008. La banca centrale Usa inoltre chiude l’era del “quantitative easing”, annunciando la fine degli acquisti di assets. Il piano di acquisti di titoli legati ai mutui e di bond è stato iniziato nel 2008 dall’allora presidente Ben Bernanke. Negativa la reazione di Wall Street. Nel finale, il Dow ha perso lo 0,18%, il Nasdaq ha lasciato sul terreno lo 0,33% mentre l’S&P 500 ha segnato un calo dello 0,14%. Uno degli elementi responsabili di questa reazione sarebbe un cambiamento nella terminologia del comunicato, laddove parlando del mercato del lavoro la banca centrale non parla più di “significativa” fiacchezza ma di una “graduale diminuzione” della sotto utilizzazione delle risorse. Un cambiamento simile è stato notato nel linguaggio utilizzato in materia di inflazione: in precedenza la Fed aveva messo in guardia da un’inflazione in modo persistente al di sotto degli obiettivi del 2%, oggi invece la banca centrale avverte che le probabilità che il costo della vita resti sotto questa soglia sono diminuite rispetto all’inizio dell’anno.

Incuranti della chiusura a Wall Street, i mercati europei dovrebbero aprire le contrattazioni con il segno più.


Contact
Sales Desk Securities
Tel.  + 41 91 800 42 32
advisory.desk@corner.ch